Tendenze meteo

 

Situazione ed evoluzione generale
8-9 Febbraio– Maltempo invernale ancora per alcuni giorni sull’Italia, anzi con una escalation fredda prevista tra domenica e lunedì. 1b Alle correnti fredde subpolari o artiche subentreranno altre ancora più fredde sempre di matrice artica ma ancora più dirette verso l’Italia, senza compiere manovre un po’ più mitiganti a Ovest. Da domenica, irromperà sul Mediterraneo aria molto fredda dalla porta della Bora che investirà più direttamente il Centrosud e il medio e basso Adriatico dove apporterà maltempo invernale all’insegna di piogge e nevicate fino in pianura. In questa fase andrà meglio al Nord, meno esposto alle correnti più direttamente settentrionali ma, da domenica e ancora più nel corso di lunedì, farà freddo intenso ovunque. Vediamo il dettaglio fino agli inizi della prossima settimana. Tendenza: seconda decade di Febbraio tra alta pressione e spifferi freddi da Est.

————————————————————————————————————————-

12-17 Febbraio – L’alta pressione delle Azzorre tenterà la riconquista dell’Europa centro-occidentale espandendosi dal vicino Atlantico, complice anche l’accelerazione del getto polare.
Lungo il suo bordo sudorientale continueranno ctendenza-verso-met-mese-3bmeteo-62936osì a scorrere masse d’aria più fredda di matrice russo-scandinava, che dovrebbero interessarci a tratti entrando dalla porta adriatica.
Dopo la probabile irruzione fredda di inizio della prossima settimana l’alta pressione dovrebbe tuttavia iniziare a prevalere, garantendo condizioni di tempo in prevalenza stabile specie al Nord e tirreniche.
Adriatiche e Sud potranno ancora essere a tratti invece esposte all’instabilità balcanica, con qualche rovescio nevoso anche a bassa quota, ma comunque non particoloarmente significativo.
Situazione comunque molto delicata, il braccio di ferro tra le correnti fredde da Nordest e l’alta pressione si avrà proprio sulla nostra Penisola.
Sembra comunque assodato che la porta nord atlantica dovrebbe nuovamente richiudersi.

Fonte 3Bmeteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *